Gruppo di lavoro per l'Integrazione Scolastica

INTEGRAZIONE ALLIEVI DIVERSAMENTE ABILI

Nell’istituto è attivo un gruppo che si occupa dell’integrazione scolastica degli alunni diversamente abili ed opera in accordo con i docenti dei consigli di classe del biennio comune, del triennio di specializzazione e con tutto il personale scolastico ATA, oltre a mantenere contatti costanti con Provincia, Comuni, USP, ASL, enti ed associazioni del territorio.

Il gruppo di lavoro sull’integrazione scolastica ha anche il compito di monitorare e valutare nel complesso le attività integrative realizzate a livello di istituto, volte a favorire l’integrazione e predisporre piani di orientamento e preformazione per gli alunni disabili in entrata al biennio, in uscita dal biennio, e in ingresso nel mercato del lavoro.

Il progetto integrazione

Tutte le decisioni relative alla programmazione, alle modalità d’insegnamento (frontale, per gruppi, individualizzata), ai criteri di valutazione e verifica degli alunni disabili dovranno essere collegiali, evitando la delega ai docenti di sostegno, che comporterebbe sia un rischio di deresponsabilizzazione dei docenti curricolari e la possibilità di marginalizzazione della coppia docente di sostegno-alunno/a, sia l’imposizione dei criteri individuali preferiti dai singoli docenti curricolari.

Tramite questa condivisione di responsabilità si intende evidenziare la contitolarità di classe dei docenti di sostegno e sottolineare l’importanza degli obblighi d’integrazione scolastica sanciti dalla legge 104/92 e della successiva normativa di riferimento.

La progettualità del percorso d’integrazione si sviluppa in due parti.

La prima parte individua:

  • i criteri di programmazione, verifica e valutazione delle attività degli alunni diversamente abili;
  • le modalità e la distribuzione delle attività di sostegno sulla base delle risorse assegnate dall’ USP, dei progetti annuali approvati dal collegio docenti e di quelli con gli enti locali (Comune, Provincia, Centri di formazione);
  • le modalità di insegnamento che i docenti curricolari devono adottare per agevolare l’integrazione degli allievi diversamente abili.

La seconda parte illustra le attività d’istituto aperte a tutti gli allievi e finalizzate all’integrazione scolastica ed extrascolastica degli allievi diversamente abili, individuando alcune attività di integrazione realizzabili sulla base di progetti di rete e partenariati.


ACCORDO DI PROGRAMMA PROVINCIALE PER L’INTEGRAZIONE SCOLASTICA E FORMATIVA DEI BAMBINI E ALUNNI DISABILI
*aa.ss. 2011/2012 - 2015/2016* - DOWNLOAD